Il marmo di Lasa veste il Grand Hotel Tremezzo

Il Marmo di Lasa riveste con eleganza e resistenza l’hammam e il bagno turco della storica struttura ricettiva a 5 stelle affacciata sul lago di Como.

Tra gli alberghi di lusso più antichi e suggestivi del Lago di Como spicca il Grand Hotel Tremezzo, ospitato all’interno di un palazzo in stile liberty inaugurato nel 1910 in riva al lago, nella frazione di Tremezzo, comune di Tremezzina. Con le sue numerose sale dall’arredo sontuoso, questa storica struttura ricettiva a conduzione familiare trasmette ancora oggi il fascino esclusivo ed elitario di inizio secolo scorso, con un salto all’epoca moderna ben rappresentato dall’ambiente spa allestito su 1000 m² di superficie e comprensivo di infinity-pool, hammam e steam room.

Al centro è situata la lastra di marmo, tipica dei bagni hammam, destinata alla cura del corpo. Una doccia a cascata, una vasca da bagno doppia e un bagno al vapore completano l’area destinata al tradizionale rituale di purificazione turco, offerto dall’hotel.

Per il rivestimento delle superfici e degli arredi di tutti gli ambienti wellness, lo studio d’architettura comasco Venelli Kramer, curatore del progetto, ha optato per il pregiato marmo bianco Lasa Venato Cevedale®, fornito dalla realtà italiana Lasa Marmo.

Questa peculiare tipologia di marmo prende il suo nome dal Monte Cevedale (3.769 m) nel massiccio dell’Ortles ed è estratto dalla cava Acqua Bianca in Val di Lasa, contraddistinta da striature plurime lineari, di tonalità blu o grigio-blu, dovute a inclusioni di tormalina e grafite.

Il marmo definisce così un’area benessere di alto valore in cui l’estetica senza tempo della materia litica si associa ad una elevata resistenza, fattore fondamentale per spazi collettivi e dedicati all’ospitalità.

LA CAVA ACQUA BIANCA

Ad una quota di 1.567 s.l.m, all’inizio del versante orografico destro della Valle di Lasa nel Parco Nazionale dello Stelvio, è situata la cava Acqua Bianca che deve il suo nome alla cascatella “Weißwasser”, così chiamata per l’acqua arricchita dai minerali e dalle sostanze contenute nel marmo.

Nel lontano 1883, Josef Lechner, uno scalpellino di Lasa, prese in appalto dal Comune del suo paese la cava che gestì a cielo aperto. 13 anni più tardi, nel 1896, scavò un tunnel nel massiccio Jennwand e da allora l’estrazione dell’”Oro Bianco”, pseudonimo del marmo di Lasa, avvenne in galleria. Oggi la capillare rete di gallerie è testimone della dinamica attività di estrazione degli ultimi 140 anni. Dall’entrata nella montagna, ad una profondità di 400 m, la miniera si sviluppa per circa 4 km, con una larghezza di 20 m e un’altezza fino a 40 m. Quello del massiccio della Jennwand è uno dei più grandi giacimenti marmiferi del mondo stimato in circa 30 milioni di m3.


IL MARMO DI LASA

Un materiale di qualità che vanta una genesi di 400 milioni d’anni e la capacità di stupire l’uomo da millenni. La storia straordinaria della sua origine particolare e la sua struttura altamente cristallina gli conferiscono una durezza e una brillantezza eccezionali.

Il Marmo bianco di Lasa che viene estratto a 1.565 m di quota nel Parco Nazionale dello Stelvio per lavorarlo e affinarlo successivamente con la massima cura e competenza.

Oggi, grazie a tecnologie e a macchinari di lavorazione all’avanguardia, a un reparto di scalpellini interno all’azienda e a ingegneri di produzione responsabili di progetti e lavorazioni speciali, Lasa Marmo pianifica, lavora e fornisce i suoi prodotti ai più importanti cantieri del mondo. In virtù della duplice metamorfosi della sua origine, il marmo di Lasa è eccezionalmente duro e resistente a pressione.

È particolarmente tenace, resistente al gelo e impermeabile, tutte caratteristiche che ne fanno il materiale di rivestimento e rifinitura predestinato all’uso in interni ed esterni, persino per strutture balneari o per facciate esterne con temperature inferiori allo zero.

Tra le varianti offerte dall’azienda si contano il marmo bianco oppure leggermente nuvolato della linea LASA BIANCO® o il marmo dalle diverse venature della linea LASA VENATO®. Per soluzioni più creative e colorate è possibile scegliere un pezzo unico dal programma LASA !ndividual®.

Tags